TESPI (Icaria 560 a.C. circa)

Fiorito nel VI secolo a.C., Tespi fu sia poeta sia attore tragico.

Egli una pietra miliare nella storia della tragedia greca. Sulla scorta di Aristotele, infatti, Tespi tradizionalmente considerato l'inventore della tragedia in quanto avrebbe trasformato il ditirambo in dialogo tra coro e corifeo e introdotto sia il prologo sia le maschere per gli attori.

Sempre secondo la tradizione, nel 535 a.C. (o, secondo alcuni studiosi, l'anno successivo) Tespi fu il primo a vincere una gara drammatica in Atene.

Di lui si conoscono 4 titoli: Le gare per Pelia, I sacerdoti, I giovinetti, Penteo.

Da un passo dell'"Ars poetica" di Orazio (v. 276) deriva la credenza che Tespi avesse una compagnia girovaga che percorreva l'Attica rappresentando le proprie tragedie su un carro (il famoso "carro di Tespi").


Torna da Terpandro oppure Vai a Tifone


editus ab