Quanti uomini grandi sono stati trascurati dalla storia e trascinati in un immeritato oblio, anche per colpa di scrittori di parte? Quanti personaggi sono conosciuti solo per dettagli insignificanti e non per i loro reali, grandi meriti? Chi renderà giustizia a coloro che hanno avuto la sorte di militare tra gli sconfitti?

“La parte vincente piacque agli dei … quella sconfitta a Catone!”

Così disse il grande Lucano … e chi non apprezza l’integrità morale, la rettitudine e la coerenza di Catone l’Uticense che si uccise per i suoi ideali ed al quale lo stesso Dante rende onore?

Ed allora parleremo di Giuliano l’apostata e non di Costantino, di Catone il Censore e non di Scipione, di Claudio e non di Augusto, di Leonida da Taranto e non di Omero … è nella tradizione dell’Anonimo dare voce a chi è fuori dal giro, a chi non ha i santi in Paradiso.